Il Palazzo della Cancelleria torna a risplendere

Dopo quattro anni di cartelloni pubblicitari che lo nascondevano con divi del cinema, smartphone di ultima generazione o immense navi da crociera, finalmente è riapparso.
Giorno dopo giorno, un lento disvelamento ha riportato alla luce la mole candida e modernissima del Palazzo della Cancelleria.
Edificato come residenza del cardinale Raffaele Riario alla fine del ʿ400, si inserisce nel contesto del rinnovamento artistico della città di Roma voluto da Sisto IV della Rovere, sotto il cui papato, tra l’altro, venne realizzata anche la cappella che porta il suo nome in Vaticano.
La lunga facciata di Palazzo della Cancelleria, che incorpora la preesistente Basilica di San Lorenzo in Damaso, ci colpisce ancora oggi con la sua linearità geometrica, con l’alternanza ritmica delle finestre e con lo splendore delle superfici.
Primo edificio in città ad essere costruito ex novo in stile rinascimentale, si dice sia stato realizzato grazie a una forte vincita al gioco del cardinale Riario. Ci sono luci e ombre, dunque, nella storia di questo palazzo!

Articolo e foto di Paolo Bultrini

Categoria: notizie
Leggi l’articolo precedente